Istituto Istruzione Superiore "Bertrand Russell" Guastalla

Indice articoli

Territorio e popolazione

Già capoluogo di circondario, Guastalla è il principale centro della Bassa Reggiana situato poco distante dalla riva destra del fiume Po, a circa 30 km da Reggio Emilia, da Parma e da Mantova.
Il territorio comunale confina a nord con Luzzara, ad est con Reggiolo, a sud con Novellara e Cadelbosco di Sopra e ad ovest con Gualtieri e con il comune di Dosolo. La città di Guastalla è ai confini con la Lombardia per quel che riguarda la Provincia di Mantova.
Di origini etrusche, diventerà posto di guardia nel periodo longobardo, nel 864 appare per la prima volta il nome della città. Attorno al mille, con i Canossa, il nucleo abitativo sorto attorno alla Chiesa di Pieve, comincia ad assumere importanza per la presenza di ampie zone coltivate su terreno fertile a due passi dal Po e come area strategica di passaggio. A conferma del livello di importanza raggiunto, ben due concili sono ospitati nella chiesa di Pieve, nel 1095 con Urbano II e in seguito, nel 1106, con Pasquale II. Con l’avvento dei conti Torelli nel 1406 si dà inizio al ciclo dei signori che dominano e creano la città in quanto spazio architettonico organizzato con la presenza del palazzo nobiliare, del castello, delle chiese, della piazza. Nel 1539 viene acquistata da Ferrante Gonzaga.
Sotto la dinastia dei Gonzaga, Guastalla raggiunge il suo massimo splendore: nel 1671 viene costruito il teatro, vengono chiamati architetti come il Giunti e il Volterra, i pittori Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino e i Campi, poeti come il Tasso e il Guarini. Nel 1689, attaccata dagli spagnoli, viene privata dei suoi elementi di fortificazione come le mura e la rocca. In seguito, la città si avvia a una lenta decadenza politica e militare. Nel 900 Guastalla passa da una realtà produttiva tipicamente agricola a una industriale e artigianale pur mantenendo quelle peculiarità di tradizioni legate alla terra come il vino, gli allevamenti e la produzione del Parmigiano Reggiano.
Una città in cui la dimensione consente una qualità della vita particolarmente elevata, grazie agli ampi spazi verdi legati al fiume, al nucleo storico rinascimentale, ai servizi presenti e ad un livello occupazionale tra i più elevati. Città antica, ma ben radicata nel presente, si inserisce nei percorsi di turismo culturale: è infatti sede di manifestazioni come Piante e animali perduti, Georgiche, la Gnoccata, iniziative che vedono costantemente crescere la presenza di visitatori.
Sull'asse del Fiume Po, sono presenti otto Comuni compresi nella Provincia di Reggio Emilia:

  • Luzzara, centro di origini gonzaghesche, terra di Zavattini e sede del museo Naïf, che rappresenta una delle più importati raccolte a livello internazionale di questo genere di pittura.
  • Gualtieri, con la sua straordinaria piazza su cui si affaccia il Palazzo dei Bentivoglio, antichi signori della città. Paese d'adozione del pittore Antonio Ligabue, è presente un museo a lui dedicato.
  • Boretto, città d'acqua, che accoglie il museo del Po e della navigazione.
  • Brescello, importante città in epoca romana e conosciuta, soprattutto, come il paese di Don Camillo e Peppone, i celebri personaggi dei romanzi di Giovanni Guareschi.

A Sud, rispetto alla riva del Po, ma ad esso intimamente legate, troviamo:

  • Poviglio, con il suo museo delle popolazioni delle Terramare;
  • Novellara, città gonzaghesca con la sua splendida e affascinante Rocca;
  • Reggiolo, cittadina canossana e gonzaghesca dominata dal castello medievale.

Il territorio comunale, oltre che dal capoluogo, è composto dalle frazioni di San Giacomo, San Girolamo, San Martino, San Rocco, Pieve, San Giorgio per un totale di 53 chilometri quadrati.
Attualmente il comune registra una popolazione pari a 15.036 abitanti distribuiti in 6.247 famiglie anagrafiche.

I cittadini stranieri residenti a Guastalla al 31 dicembre 2014 sono 2.090 (di cui minorenni 578) e rappresentano il 13,8% della popolazione residente. La comunità straniera più numerosa è quella proveniente dal Pakistan , seguita da quella indiana e da quella proveniente dal Marocco.
L'economia insediata nel territorio si sviluppa nei tre distinti settori: primario, secondario, terziario e terziario avanzato, per un totale di 1423 imprese registrate (aggiornamento al primo semestre 2015).

La nostra storia

Istituto d'Istruzione Superiore “B. Russell”: 30 anni di storia

Il primo nucleo del nostro Istituto sorge sul territorio guastallese nel 1945 con il Liceo Scientifico “G. Passerini”.
La storia dell’Istituto inizia nel 1984 con la scissione dal Tecnico Commerciale “L. Einaudi” di Correggio, già presente dal 1976 come succursale.
Il polo scolastico superiore di Guastalla diventa tale nel 1995 avviene l’accorpamento all’ITCG (Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri) del Liceo Scientifico “G.Passerini” e dell’ITIS “Nobili” (Istituto Tecnico Industriale di Stato), già da tempo presenti nel territorio.
Nell'anno scolastico 1985-1986, venne decisa l’intitolazione dell’Istituto al filosofo Bertrand Russell.
Nel 1988-1989 escono i primi studenti diplomati che hanno completato l'intero percorso distudi al Russell (classe 1970).
Nel 2003-2004, nasce il Liceo delle Scienze Sociali (divenuto Liceo delle Scienze Umane nel 2012).
A partire dall'anno scolastico 2011-12 l'Istituto Statale Russell raggiunge il suo attuale dimensionamento: l'area professionale diventa l'Istituto Statale M. Carrara, mentre l'Istituto Russell mantiene i due percorsi, tecnico e liceale. L'Istituto per Geometri chiude definitivamente nell'anno 2013-14.
Ultimo arrivato, nel 2013, il Liceo Linguistico.

Cronologia dei Presidi e dei Dirigenti Scolastici dell’Istituto “B. Russell”

Don Alberto Rabitti, Emidio Rosica, Domenico Carbone, Pasquale Scipione, Aniceto Cilloni, Arnaldo Fornasari, Annamaria Bacchiega, Marco Incerti Zambelli, Gino Morlini, Paola Capanni, Valerio Messori, Lalla Spaggiari, Barbara Fava (attualmente in carica).

Valori e princìpi

Valori e princìpi della nostra Scuola.

La cultura (termine che deriva dal latino colére, coltivare) è l'insieme delle cognizioni intellettuali che una persona ha acquisito attraverso lo studio e l'esperienza, rielaborate con personale e profondo ripensamento così da convertire le nozioni da semplice erudizione in elemento costitutivo della personalità, della spiritualità e del gusto estetico, nella consapevolezza di sé e del proprio mondo.
La nostra scuola aiuta i suoi allievi a "coltivare" questo processo di formazione e in quest'ottica sviluppa le attività e i progetti del Piano dell'Offerta Formativa.

L’Istituto “B. Russell” ha enunciato, nella Carta dei Servizi del 1995, i principî ispiratori della prassi didattica, organizzativa e gestionale, desumendoli dalla nostra Costituzione:

  • assicurare l'uguaglianza di trattamento nell’erogazione del servizio scolastico, senza alcuna discriminazione riguardante sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche, prestando attenzione alla qualità della didattica e all’adeguatezza dei servizi offerti;
  • impedire il crearsi di condizioni di discriminazione di fatto, riconoscendo e garantendo a ogni studente il rispetto delle diversità, prevedendo specifici interventi con l'adozione di strategie di recupero dello svantaggio nell'apprendimento, con attività alternative diversificate per gli alunni che non intendono avvalersi dell'insegnamento della religione, con la progettualità didattica prevista dal Piano dell’Offerta Formativa;
  • valutare attenendosi a criteri di obiettività, imparzialità e giustizia, garantendo la trasparenza e l'oggettività della valutazione;
  • accogliere ogni studente nel rispetto della sua personalità, dei ritmi di crescita individuali, favorendone l'integrazione e collaborando attivamente con la famiglia nella realizzazione di un progetto di vita, riconoscendo l'insostituibile funzione educativa dei genitori;
  • mettere in atto percorsi di eccellenza attraverso esperienze di alternanza scuola-lavoro, di "educazione alla salute", intesa come prevenzione, di educazione alla legalità e alla convivenza civile;
  • sperimentare buone prassi di dialogo e confronto, ai fini di una crescita responsabile degli allievi promuovendo in loro una maggiore consapevolezza di sé e del contesto sociale e lavorativo;
  • promuovere, con la collaborazione delle famiglie e dei soggetti pubblici e privati presenti sul territorio, la realizzazione di progetti mirati ad affrontare le problematiche del disagio adolescenziale, l’orientamento scolastico e professionale, in funzione di scelte lavorative o di prosecuzione degli studi;
  • offrire conoscenze e competenze certificate di carattere culturale, tecnologico e informatico attraverso la didattica laboratoriale, la ricerca e la sperimentazione;
  • sostenere la creatività, il rigore scientifico, l’onestà intellettuale, il senso di appartenenza, la collaborazione ed il volontariato.

Risorse umane

Risorse umane dell’Istituto

Il dirigente, i docenti e il personale ATA (Segreteria, Assistenti Tecnici, Collaboratori scolastici) sono il nucleo dell’Istituto. Ogni obiettivo può essere raggiunto solo se si attivano collaborazione, condivisione e senso di appartenenza finalizzate a una accoglienza attenta nei confronti di studenti e delle loro famiglie.
Riteniamo, inoltre, che la formazione del personale rappresenti lo strumento indispensabile su cui investire mezzi e risorse.

Consiglio di Istituto

Organo collegiale elettivo, costituito dal Dirigente scolastico e da rappresentanti dei docenti, del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, dei genitori e degli studenti. Ha competenze di indirizzo generale dell’organizzazione scolastica, definite per legge.

Giunta Esecutiva

Organo collegiale eletto dal Consiglio d'Istituto con competenze istruttorie delle pratiche.

Staff

Lo staff è composto dai collaboratori del Dirigente Scolastico, e dalla DSGA . Fanno inoltre parte i referenti di indirizzo, l’RSPP, il responsabile dell’ufficio tecnico, le funzioni strumentali alla realizzazione del POF, i docenti con incarichi specifici.

Collaboratori della Dirigenza

Docenti designati e nominati dal Dirigente scolastico. Coadiuvano il Dirigente nello svolgimento delle sue funzioni e lo sostituiscono in caso di assenza.

Coordinatori Consigli di Classe

Docenti designati dal Dirigente Scolastico con compiti di coordinamento didattico e disciplinare.

Collegio dei docenti

Assemblea plenaria dei docenti dell’Istituto, presieduta dal Dirigente scolastico. Ha funzioni di programmazione generale educativa e didattica.

Dirigente Scolastico

Organizza l’attività scolastica, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio, coordina e valorizza le risorse umane, è titolare delle relazioni sindacali. È il rappresentante legale dell'Istituto.

Funzioni Strumentali alla realizzazione del POF e Docenti con Incarichi specifici

Curano lo svolgimento di attività funzionali alla realizzazione del Piano dell’Offerta formativa. Le funzioni strumentali coordinano le Commissioni dei docenti che hanno compiti funzionali alla realizzazione della progettualità d’Istituto:

  • FUNZIONE STRUMENTALE - Orientamento in ingresso- Attività di accoglienza
  • FUNZIONE STRUMENTALE - Tutoraggio attività studentesche
  • FUNZIONE STRUMENTALE - Coordinamento iniziative per studenti diversamente abili – Tutoraggio DSA
  • FUNZIONE STRUMENTALE PTOF Formazione docenti – Eventi culturali – Promozione eccellenze
  • INCARICO Sviluppo ICT e biblioteca
  • INCARICO Orientamento in uscita classi quarte e quinte
  • INCARICO Punto d’Ascolto – Tutoraggio classi prime – Riorientamento – Tutoraggio studenti stranieri

Dipartimenti disciplinari

Organi collegiali, costituiti dagli insegnanti di una stessa disciplina con funzioni di programmazione e coordinamento della didattica disciplinare. Possono riunirsi anche per assi culturali nel quadro della sperimentazione del nuovo obbligo di istruzione.

Responsabili di Laboratorio

Docenti designati dai Dipartimenti e nominati dal Dirigente scolastico. Hanno la responsabilità della custodia del materiale didattico tecnico e scientifico del laboratorio. Con la collaborazione dei colleghi predispongono il regolamento del laboratorio e formulano proposte di acquisto di materiale e di nuove attrezzature.

Comitato di valutazione

Comitato di valutazione ai sensi del comma 94, art.1Legge 107/2015

Responsabile del Servizio Prevenzione Protezione

Docente interno nominato dal Dirigente scolastico sulla base della disponibilità e delle competenze. Cura le attività di gestione della sicurezza in ottemperanza al Decreto Legislativo 81/2008 – Testo Unico Sicurezza Lavoro e l’addestramento del personale in quest’ambito. Coordina la Commissione sicurezza e le squadre di Pronto Soccorso e Antincendio. É responsabile dell’Ufficio Tecnico.

Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi

Sovrintende, organizza, coordina e verifica i risultati dei servizi generali e amministrativi. Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione. Al Direttore dei servizi generali e amministrativi risponde direttamente il personale amministrativo, tecnico e ausiliario.

Assistenti Tecnici

Si occupano del funzionamento e della manutenzione delle apparecchiature.

Assistenti Amministrativi

Si occupano della gestione giuridico-amministrativa del personale, degli acquisti e degli alunni.

Collaboratori Scolastici

Si occupano dei servizi ausiliari e di pulizia.

Il nostro istituto

Risorse finanziarie

Le principali risorse derivano da finanziamenti dello Stato, degli Enti Locali, della Provincia. A queste si aggiungono i contributi da privati.
Analizzando le uscite e tralasciando le voci di costo del personale e i rimborsi, possiamo identificare tre centri di spesa, Beni di Consumo, Acquisto di servizi, Spese di investimento.
Il Programma annuale è approvato dagli OOCC e dai Revisori dei Conti annualmente e aggiornato attraverso le variazioni di bilancioed è pubblicato all'albo.

Stakeholders

Gli studenti e le loro famiglie sono i nostri principali interlocutori sociali, per quanto riguarda,soprattutto:

  • l’azione formativa volta all' acquisizione di competenze e abilità;
  • la qualità dell’istruzione nella prospettiva di un proseguimento universitario degli studi oppuredi un inserimento nel mondo del lavoro sostenuto da esperienze di alternanza a partire del secondo biennio;
  • l’efficienza dell’organizzazione scolastica.

L’Istituto è molto attento ai loro bisogni e alle loro aspettative, a partire dall’accoglienza dei nuovi iscritti e dalla comunicazione con le famiglie.
Già da alcuni anni, infatti, l’Istituto, grazie al contributo volontario delle famiglie, ha messo in atto forme di comunicazione immediate, attivando il registro elettronico delle presenze e delle valutazioni, le comunicazioni e le circolari online, la prenotazione informatizzata dei colloqui individuali, la posta elettronica dei docenti e dello staff di dirigenza. Pur prevedendo ancora i colloqui individuali, che restano fondamentali per accompagnare lo studente nel suo percorso di vita in piena collaborazione con la sua famiglia, vi è la possibilità di conoscere in tempo reale le valutazioni dei figli e del loro comportamento scolastico, garantendo trasparenza ai processi educativi.
L'Istituto, per meglio cogliere le aspettative delle famiglie, ha attivato una serie di incontri mirati a singole problematiche ed a specifiche offerte formative, come conferenze sull’orientamento scolastico , rivolte ai genitori degli studenti di classe prima e di scuola media, incontri sul cyber bullismo, colloqui per illustrare esperienze di studio all’estero o per orientare verso la scelta
dell’Articolazione di Indirizzo.
Imprese e aziende del territorio sono i nostri più diretti interlocutori. L'istruzione Tecnica e Liceale è una grande opportunità per i giovani e costituisce una necessità per il Paese. Nell’Istituto i docenti svolgono il ruolo di collegamento tra scuola e azienda, mettendo in atto progetti di Stages e di Alternanza Scuola-Lavoro.
E’ solo grazie a una quotidiana ricerca di completa sinergia tra la nostra scuola e le aziende del territorio che possiamo far crescere i nostri ragazzi al fine di renderli futuri protagonisti attivi e consapevoli nella società civile e nel contesto economico nazionale ed internazionale.
Associazione industriali, CNA, Collegio dei Periti Industriali, Ente locale e Provincia, Associazioni, Forze pubbliche sono sempre presenti nei nostri Progetti e si sono sempre rivelati disponibili al dialogo e alla collaborazione. Essi svolgono un ruolo fondamentale per l’Orientamento dei ragazzi in uscita attraverso incontri e conferenze su tematiche specifiche.
Il nostro Istituto Tecnico propone altresì, come offerta formativa, un Indirizzo di studi di alto profilo che si configura come unico nella Provincia, ovvero l’indirizzo di Energia.
Le Università, le Scuole del territorio, gli Istituti di Formazione professionale sono i nostri riferimenti rispetto ai Progetti Internazionali e di Formazione. Sono già attive alcune reti con le Università per progetti matematici e per l’accoglienza di futuri docenti tirocinanti in formazione.
Con altri Istituti superiori della provincia è in atto un accordo di rete finalizzato alla gestione dei trasporti, dei percorsi di formazione dei docenti, di condivisione di buone prassi educative e di inclusione.
Il “Russell” è istituto capofila nella distribuzione di sussidi per supporto ai percorsi dei disabili che frequentano il primo ciclo di istruzione nelle scuole del distretto, nonché dei progetti di Educazione alla salute al fine di costruire una “Comunità di apprendimento” su cui investire competenze e risorse.
Per sottolineare l’importanza di una stretta e proficua collaborazione con gli studenti e le loro famiglie, il nostro Istituto ha infatti proposto la sottoscrizione, all’atto dell’iscrizione, del “Patto educativo di corresponsabilità”.

Spazi e strumenti

L’Istituto mette a disposizione degli studenti e degli insegnanti una ricca dotazione di strumenti che vengono costantemente aggiornati per essere più funzionali all’insegnamento e alle varie attività svolte:

1 BIBLIOTECA: si è arricchita di migliaia di volumi nel corso della storia dell'Istituto: attualmente è in fase di informatizzazione e dotata di catalogo on-line e tessere di prestito. La scuola dispone della presenza di un docente incaricato come bibliotecario, assegnato dall'Ufficio scolastico territoriale, su apposito progetto;

4 LABORATORI di INFORMATICA: tutti dotati di collegamento in rete che consente a tutte le postazioni di navigare in Internet e di condividere risorse;

1 LABORATORIO di FISICA: strutturato in modo da consentire agli studenti di effettuare esperienze individuali e/o in gruppo;

1 LABORATORIO di SCIENZE, CHIMICA, BIOLOGIA: dotato di microscopi e apparecchiature per l’osservazione di fenomeni di tipo chimico e biologico;

2 LABORATORIO di MACCHINE UTENSILI

1 LABORATORIO SISTEMI

1 LABORATORIO SALDATURA

1 LABORATORIO ENERGIA

1 LABORATORIO CNC

3 LABORATORI di LINGUE: con postazioni individuali per le esercitazioni d’ascolto e dialog, lavagne LIM e video proiettori multimediali;

1 PALESTRA INTERNA: la scuola usufruisce inoltre delle STRUTTURE SPORTIVE che il Comune di Guastalla mette a disposizione;

TUTTE LE AULE sono dotate di videoproiettore e connessione Internet.

Trasporti

L'accesso al nostro Istituto è garantito per tutti i comuni della bassa reggiana e mantovana. La stazione ferroviaria si trova a meno di 5 minuti a piedi, mentre le fermate dei pullman sono proprio davanti alla scuola.

Per gli orari aggiornati consultate i siti:

 Collegamenti Trasporti Pubblici 2016

0
0
0
s2sdefault